Odds Poker: cosa sono e come si calcolano

Quando si gioca a poker è necessario farlo conoscendo al meglio le regole del gioco e le probabilità di vincita ad ogni mano, senza affidarsi solo al caso. In questo senso sono concetti fondamentali da sapere cosa sono odds e outs. In questo articolo andremo a sviscerarli entrambi partendo dal presupposto che un giocatore professionista sa alla perfezione a che punto della mano di trovi solo vedendo le proprie carte. Parliamo di sistemi basilari per il calcolo delle probabilità punti poker, quindi il discorso interessa qualsiasi tipologia di player. Prima però vi lascio l’elenco dei siti che detengono i migliori bonus con cui avvicinarsi al gioco.

MIGLIORI BONUS POKER
FINO A 15€*VISITA SITO
FINO A 1050€*VISITA SITO
15€* GRATISVISITA SITO
8€* GRATISVISITA SITO
FINO A 950€*VISITA SITO
FINO A 1010€*VISITA SITO
FINO A 1000€*VISITA SITO

Calcolo odds: tutte le probabilità punti poker

Innanzitutto andiamo a capire cosa siano le odds poker, un concetto non chiaro alla maggior parte dei giocatori principianti. Parliamo di odds in riferimento alla percentuale di accadimento di una determinata mano. A livello generico il termine inglese indica il rapporto tra la probabilità di un evento e quella che non accada. Ma noi di Pokerfan siamo qui per semplificare, quindi vi parleremo di questi concetti in senso pratico. Parlare di pot odds nel poker significa ragionare all’inglese, ovvero parlando di probabilità negativa, che un evento non accada. Quindi troverete sempre la dicitura 9:1 (nove a uno) per un evento che abbia il 10% di possibilità. 

A cosa servono le odds poker?

Fondamentalmente le odds nel poker servono a calcolare la possibilità di avere una determinata carta in mano e quella che ne scenda una che ci serva. In soldoni il calcolo delle odds ci serve per capire:

  • la probabilità esistente che i nostri avversari abbiano una mano di base migliore della nostra (due carte iniziali)
  • la probabilità che possa scendere sul tavolo una carta che ci serve in termini percentuali.

Per fare degli esempi concreti le odds ci indicano che probabilità ci sono di avere Asso-Asso alla distribuzione delle carte, oppure, a carte distribuite, che possibilità esiste di veder scendere un Asso al flop, al turn o al river. Questa tipologia di calcolo pot odds nel poker è utile soprattutto quando si ha a che fare con giocatori inesperti, cosa assai frequente nell’online e nei freeroll dove si cimentano tutto. Ecco piuttosto una tabella in cui trovare tutti tornei gratis in programma dei migliori bookmaker.

Tornei freeroll poker
Buy-in: FREE
VISITA SITO
Buy-in: FREE
VISITA SITO
Buy-in: FREE
VISITA SITO
Buy-in: FREE
VISITA SITO
Buy-in: FREE
VISITA SITO
Buy-in: FREE
VISITA SITO

Che cosa sono le outs nel poker

Detto cosa siano le odds, andiamo a trattare il concetto complementare delle outs poker. Si può tradurre il termine alla lettera parlando di “uscite“, nel senso di carte ancora nel mazzo utili per farci vincere la mano realizzando un progetto. È chiaro che la maggior parte delle volte non sappiamo il punto degli avversari, però possiamo farcene un’idea in base al loro modo di giocare/puntare. Quindi, ipotizzando di prevedere che l’avversario abbia un determinato punteggio, si può sapere di essere in posizione di vantaggio o svantaggio calcolando le outs poker disponibili. 

Come si calcolano le outs poker?

Per spiegarvi come calcolare outs nel poker nulla è più facile visto che basta una semplice divisione. Dobbiamo porci un obiettivo (poker, tris, full, colore ecc ecc) e dividere il numero di tutte quelle carte che sono utili al suo raggiungimento per il numero di carte che compongono l’intero mazzo rimanente. Chiaramente questo discorso diventa aritmetica totale nel momento dello Show Down pre-flop oppure dopo di esso, con ancora delle carte da girare. A giochi fatti si potrà capire senza dubbio se si è avanti o meno, e sapere quali carte sperare che escano per vincere.